• Accreditato da
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

Tra le diverse comorbilità che si presentano nella maggior parte dei pazienti con cardiopatia ischemica cronica, l'ipertensione arteriosa è una delle più frequenti, poiché colpisce fino al 70% dei pazienti affetti da CIC. Tuttavia, mentre molti pazienti con CIC mantengono nel tempo elevati livelli di pressione arteriosa (PA), il livello ottimale di PA in questi pazienti è tuttora oggetto di controversia, soprattutto in relazione alla presunta riduzione di sopravvivenza per riduzione marcata della PA (il cosiddetto fenomeno della curva a J) che sembra essere rilevante negli anziani, ma poiché riportato in alcuni studi e non in altri rimane oggetto di disputa.

Nel caso di pazienti in cui il trattamento sia ben tollerato, il target pressorio raccomandato dalle nuove linee guida della Società Europea dell’Ipertensione Arteriosa (ESH/ESC) è di 130/80 mmHg, o anche più basso. Diversi studi e metanalisi concordano nell’osservare una riduzione degli eventi cardiovascolari con la strategia di trattamento intensivo (PAS <130 mmHg) rispetto alla strategia conservativa (PAS <140 mmHg), senza effetti paradossi di incremento del rischio ai più bassi valori raggiunti di pressione sistolica.

Ulteriori studi saranno necessari per definire in maniera più precisa i sottogruppi e le terapie antipertensive in grado di migliorare la cardioprotezione nell’ampio spettro di pazienti con cardiopatia ischemica cronica, ferma restando l'esigenza di ricorrere a trattamenti antianginosi neutri sotto il profilo emodinamico.

Programma

Inquadramento clinico del paziente con CIC sintomatica

a cura di C. Ferri e A. Murrone

 

CIC e ipertensione arteriosa: link epidemiologici e fisiopatologici

a cura di C. Ferri e A. Murrone

 

Il controllo deIl’ipertensione arteriosa nella CIC sintomatica

a cura di C. Ferri e A. Murrone

 

Opzioni terapeutiche per il trattamento della CIC sintomatica nel paziente iperteso

a cura di C. Ferri e A. Murrone

 

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Per poter seguire il corso il partecipante dovrà utilizzare un Personal Computer connesso a Internet. Non sono richiesti software specifici e la fruizione del corso è garantita utilizzando un qualsiasi browser di navigazione Internet.

Procedure di valutazione

La valutazione dell’apprendimento avviene con questionario a risposta multipla. È infine previsto un questionario di gradimento per i partecipanti.

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • Prof. Claudio Ferri
    Ordinario di Medicina Interna Direttore del Dipartimento di Medicina Interna e Nefrologia dell'Università dell’Aquila
  • Dott. Adriano Murrone
    Direttore Cardiologia-UTIC, Osp. Città di Castello (PG); Direttore ad interim Cardiologia-UTIC, Osp. di Gubbio-Gualdo Tadino (PG)

Tutor

  • Dott. Tutor Didattico
    Tutor corsi FAD Medstage

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Cardiologia
  • Endocrinologia
  • Geriatria
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina interna
  • Nefrologia
  • Urologia
leggi tutto leggi meno

Allegati